January 4, 2018

I tuoi file sempre con te ovunque: Cloud storage per principianti

Immagina una nuvoletta che ti segue ovunque, capace di contenere tutto ciò di cui hai bisogno e alla quale puoi accedere in ogni momento. Il sogno diventa realtà con un cloud storage moderno e sicuro.

Cos’è il cloud?

Purtroppo non è proprio una nuvoletta che ti segue ovunque. Il termine “cloud” (nuvola) indica i file archiviati su server remoti ai quali è possibile accedere in qualunque luogo mediante una connessione internet. Invece di essere archiviati sul disco rigido del tuo computer o su dispositivi fisici come una chiavetta USB o un floppy disk (te lo ricordi?), i file vengono conservati assieme a quelli di molte altre persone da aziende specializzate nella digitalizzazione dei dati.
Oltre ai sistemi di cloud storage, esse dispongono anche di software cloud, ovvero strumenti digitali che si possono utilizzare mediante un sito web, anziché installare un programma sul proprio computer. Un esempio? Google Docs, un sistema basato su tecnologia cloud da utilizzare attraverso il proprio browser.

Perché è utile?

Il cloud storage è ideale per chi lavora in luoghi diversi, come gli spazi di co-working, i caffè, oppure in più uffici in varie città. Inoltre, è estremamente pratico anche per lavorare sul treno, quando si viaggia all’estero o si visitano amici e parenti. Si può viaggiare leggeri anche con una gran quantità di dati come i file di Adobe Illustrator. Ma soprattutto, non si rischia di dimenticare niente di essenziale.

Il cloud storage è anche perfetto per eseguire il backup dei documenti, conservando copie nel cloud e sul disco rigido. Un ottimo esempio è Google Photos: è possibile infatti impostarlo in modo tale da conservare una copia di ogni foto scattata sullo smartphone. Se perdi il tuo cellulare o hai bisogno di liberare memoria cancellando foto, queste vengono comunque conservate in tutta sicurezza.

È sicuro?

Se le questioni legate alla sicurezza ti preoccupano molto, è comprensibile che tu abbia delle perplessità sul fatto di conservare i file personali nei server di qualcun altro. Per fortuna, le misure di sicurezza utilizzate per proteggere i dati sul cloud sono testate e garantite. Se finora hai utilizzato un servizio di e-mail su web come Hotmail, Gmail o Yahoo, i tuoi dati personali sono già archiviati su un cloud, protetti da una password. Molti provider di cloud storage utilizzano la stessa tecnologia delle e-mail, delle banche e dello shopping online: un account protetto da password, talvolta supportato da dati memorizzabili.

Un altro importante strumento di sicurezza è la crittografia, che nasconde i dati mentre questi passano dal cloud al computer e viceversa. Le informazioni vengono convertite in un formato illeggibile mediante un codice segreto che può essere interpretato solo dal tuo computer e dalla rete del provider. Per capire se il computer sta inviando e ricevendo dati crittografati, è sufficiente individuare il piccolo lucchetto sulla barra degli indirizzi del browser, nell’angolo in alto a sinistra. Su HowStuffWorks troverai ulteriori dettagli relativi al funzionamento della crittografia.

Quanto costa?

Esistono molte opzioni gratuite di cloud storage, fra cui Dropbox e Google Drive. Di solito, i servizi cloud offrono uno spazio di archiviazione gratuito più ridotto – generalmente qualche GB – mentre gli upgrade, a pagamento, mettono a disposizione uno spazio maggiore.

Cos’è la sincronizzazione?

La sincronizzazione consiste nell’aggiornare automaticamente i propri dati su più dispositivi, così tutto risulta…sincronizzato! La sincronizzazione è un modo intelligente per utilizzare il cloud storage come backup dei propri file. Si può usare anche per mantenere le stesse preferenze su più dispositivi: ad esempio, per avere gli stessi segnalibri nel PC dell’ufficio e a casa, o le stesse playlist musicali sul computer e sul telefono. Il cloud invia gli ultimi aggiornamenti a ogni dispositivo sincronizzato, così quando si aggiorna uno di questi, le modifiche risultano anche su tutti gli altri.

Come scegliere un servizio di cloud storage?

La tentazione di scegliere l’opzione più economica disponibile – o quella che offre il più grande spazio di archiviazione gratuito – è molto forte. Ma non devi scegliere un provider di cloud solo in base al prezzo. Chiediti anche se:

  • l’azienda è rinomata per la sicurezza
  • usa la crittografia per proteggere i tuoi dati
  • i loro sistemi ti sembrano facili da usare
  • preferisci che l’archiviazione sia collegata al tuo account e-mail già esistente (come per i servizi di Google e Microsoft)

Vale anche la pena verificare il modo in cui cercano di prevenire eventuali incidenti. Un buon provider assicura sempre una certa ridondanza all’interno dei propri sistemi, vale a dire che conserva più copie dei dati in spazi diversi. In pratica, esegue un backup dei tuoi backup. Puoi trovare maggiori informazioni sullo spazio di archiviazione extra in questa guida della BBC.

Sei pronto per volare fra le nuvole? Perché non iniziare realizzando il tuo biglietto da visita MOO sul nostro sito web?

0

I commenti sono chiusi.

4 consigli chiave sulla coerenza del branding

Scopri di più sull’importanza di avere un brand chiaro e coerente e su come renderlo più efficace.

August 26, 2021

Come impostare i file con stampa a caldo

Scopri tutto quello che c’è da sapere sulle stampe a caldo e ottenere una brillantezza istantanea.

August 5, 2021

9 consigli per rinnovare il tuo brand con successo

Rinnova il tuo brand con i nostri consigli professionali.

August 2, 2021