April 11, 2022

Come e perché abbiamo reso il packaging MOO più sostenibile

La prossima volta che riceverai i prodotti di stampa MOO, potresti notare un nuovo packaging. Oppure no, perché è stato progettato per avere il minor impatto possibile. Niente più plastica. Molto meno spreco. Proprio quello di cui la tua azienda (e il nostro pianeta) ha bisogno.

Dietro questo cambiamento c’è un team multi talentuoso con una missione: ridurre le emissioni di carbonio di MOO. Abbiamo chiesto a Felix Ackermann, principal lead product designer, ed Ebba Long, responsabile del brand marketing, di raccontarci di più su come abbiamo ‘appiattito’ il nostro impatto ambientale grazie a un nuovo packaging dal design intelligente.

Hands holding MOO packaging with hello business card inside

Perché proprio ora?

L’idea di rivisitare il nostro packaging è nata nel momento in cui abbiamo realizzato che, nonostante ci fossimo evoluti come brand, le nostre scatole non erano cambiate affatto.

Per Felix, era giunto il momento di andare avanti. “Il nostro packaging ha sempre stabilito un livello elevato nel settore ed è sempre stato accolto bene dai clienti. È stato progettato diversi anni fa ma, da allora, il mondo che ci circonda e MOO stesso sono cambiati. Una nuova idea di imballaggio ha rappresentato una grande opportunità e una sfida per assicurarci di immaginare meglio questo punto di contatto estremamente importante tra il nostro brand, i clienti e il pianeta”.

“Per garantire un’evoluzione sostenibile, anche il nostro packaging doveva riflettere questo cambiamento”

E insieme ai cambiamenti che stiamo attuando per diventare un’azienda sempre più sostenibile, rivedere anche il nostro packaging è stato un impegno fondamentale nell’approccio di Ebba. “In qualità di azienda con uno scopo ben preciso, ci guardiamo sempre dentro per vedere come possiamo migliorare continuamente l’impatto della nostra azienda sia sul pianeta che sulla società. Per garantire un’evoluzione sostenibile, anche il nostro packaging doveva riflettere questo cambiamento. Ciò ha portato a nuove conversazioni e, in definitiva, a un’eccellente opportunità per capire dove e come ridurre al minimo gli sprechi riducendo l’imballaggio in eccesso senza perdere la qualità premium per cui il brand MOO è famoso”.

MOO packaging

Un affettuoso addio

Il precedente packaging di MOO era molto apprezzato dalla nostra community. Alla domanda se è stata una scelta difficile rielaborare qualcosa che la gente ama, Ebba sottolinea la sfida nel fare la scelta giusta, una scelta che però doveva essere fatta:

“Il nostro packaging è il primo punto di contatto fisico con il nostro brand e deve trasmettere tutta l’essenza MOO. In quanto premium brand, la nostra sfida è stata mantenere l’aspetto e le sensazioni che i nostri clienti si aspettano da noi, ma in maniera più eco-consapevole, [ovvero] adottando le misure necessarie per dimostrare il nostro impegno a diventare un partner sostenibile migliore per i nostri clienti in tutto il mondo”.

“Perché cambiare qualcosa che piace così tanto?”

Felix punta tutto sulle sfide del futuro, anche se ciò significa correre dei rischi. “Quando si parla di cambiare qualcosa mi viene spesso in mente la citazione di Ford, ‘Se avessi chiesto alle persone cosa volevano, avrebbero detto cavalli più veloci’. Sebbene i cambiamenti nel nostro packaging siano minimi rispetto all’introduzione dell’automobile, non è stato certo semplice intraprendere il viaggio verso il cambiamento del nostro imballaggio: perché cambiare qualcosa che piace così tanto? Penso però che sia importante guardare le cose con una prospettiva più ampia, quindi abbiamo sfruttato questa opportunità per assicurarci che il nostro packaging rifletta i valori del nostro brand [pur essendo] più sostenibile”.

La nascita di un nuovo packaging

In MOO amiamo il design. Ma amiamo anche una bella sfida. “Le due caselle principali da spuntare erano: rafforzare i valori del nostro premium brand e assicurarne la sostenibilità. Individualmente, questi principi sono facilmente realizzabili, ma combinati rappresentano una grande sfida!” dice Felix. Ma anche conferire alla nuova confezione un aspetto e una idea di qualità superiore proteggendo efficacemente i prodotti MOO erano le massime priorità nella nostra lista. E abbiamo lavorato sodo per spuntare TUTTE le caselle.

Trovare quel punto debole ha comportato molte ricerche e collaborazioni in ogni fase del processo. “La sfida più grande è stata trovare un modo per arrivare ad una soluzione che soddisfi le esigenze e i desideri di tutti. Spazio di stoccaggio in magazzino, valori del brand, aspettative dei clienti, protezione durante il trasporto, flusso di lavoro all’interno dei nostri magazzini e per il montaggio e, naturalmente, la sostenibilità: tutto doveva essere preso in considerazione. Oh, e non dimentichiamo il costo”.

La creazione delle scatole è stata il risultato di un fantastico lavoro di squadra, con una varietà di team impegnati a immaginare un prodotto bello, pratico e più sostenibile. Per Felix, è qui che avviene la magia. “La cosa che mi è piaciuta di più è stato lavorare con tanti fantastici colleghi, tutti esperti nel loro campo, per arrivare a una soluzione semplice, ma allo stesso tempo bella e funzionale.”

MOO packaging with business cards inside

60% riciclato, 100% riciclabile

Il nuovo packaging è privo di plastica, riciclabile al 100%, realizzato con oltre il 60% di materiale riciclato e privo di cloro. Per Ebba, mantenere gli standard più elevati era fondamentale. “Abbiamo cercato i materiali più pregiati con credenziali di alta sostenibilità. Li abbiamo guardati, toccati e testati finché non abbiamo trovato quelli giusti, quelli cioè che potevano rappresentare MOO al meglio, grazie a qualità, bella consistenza e finiture raffinate”.

Abbiamo ricevuto un piccolo aiuto dai nostri amici di Mohawk. “Siamo stati in grado di trovare tre tipi di carta diversa che riflettono coerenza e individualità allo stesso tempo, con meravigliose trame e rifiniture non patinate, realizzata con un alto contenuto di fibre riciclate con pochissimo colorante”, spiega Felix.

Questo dimostra che è possibile ottenere un ottimo design con qualsiasi materiale

“Il vero punto di svolta è venuto dall’uso della carta a micro-flauto, però, un cartone ondulato con scanalature molto fini che offre stabilità e protezione sorprendenti per il suo peso. In definitiva, ciò significa che nel nostro packaging utilizziamo molte meno fibre di legno (e quindi meno alberi) rispetto ai materiali di imballaggio convenzionali. Abbiamo deciso di utilizzare un normale materiale kraft marrone, che è riciclato al 100%, per questa parte dell’imballaggio. Combinando questi due materiali, siamo stati in grado di reimmaginare ed elevare un materiale basico per avere un aspetto pulito, architettonico, semplice ma bello”. Ebba aggiunge: “Questo dimostra che è possibile ottenere un ottimo design con qualsiasi materiale“.

Per Felix, la parte preferita del packaging è il design pulito e semplice. “Penso che i colori neutri insieme alla finitura minimale siano molto attraenti. Permette alla cosa più importante di essere al centro della scena, ovvero i prodotti dei nostri clienti”.

MOO packaging on a desk with a plant and a laptop

Un futuro sostenibile

In quanto azienda online, il nostro packaging è il primo punto di contatto fisico tra i nostri prodotti e il nostro brand. Ecco perché è così importante che rifletta il nostro impegno. E con queste nuove confezioni, Felix sente di aver colpito nel segno.

“Il nostro nuovo imballaggio è composto per il 60% da materiali riciclati. Il resto proviene da foreste gestite in modo sostenibile, utilizzando materiali locali. Il nostro partner di produzione si trova in fondo alla strada rispetto al nostro magazzino negli Stati Uniti, il che ci aiuta enormemente a ridurre il nostro impatto ambientale. Stimiamo che, in media, ogni articolo di imballaggio viaggi circa 8.000 miglia in meno quando spedito dal nostro magazzino negli Stati Uniti.

“Inoltre, la confezione è molto più leggera, un altro aspetto positivo riguardo il nostro impatto ambientale. Oh, e viene spedita piatta, il che significa meno aria e un’enorme quantità di spazio risparmiato nei nostri magazzini. Basta semplicemente aprirla per dargli la giusta forma e aggiungere i prodotti stampati all’interno di ciascuna confezione”.

Allora, qual è il prossimo passo da fare? Per Felix, il packaging è solo l’inizio. “C’è molto di più che vogliamo fare in futuro. Ogni nuovo prodotto che progettiamo e lanciamo è un’opportunità per reimmaginare il panorama del mercato esistente e assicurarci di trovare una soluzione sostenibile. E questo non dovrebbe includere solo la scelta del materiale o il metodo di produzione, ma anche il futuro degli stessi prodotti”.

0

I commenti sono chiusi.

MOO siamo noi: Olivier, digital marketing associate

Olivier ci racconta il suo momento di maggiore orgoglio e alcuni consigli su come fare carriera.

May 20, 2022

Dai il benvenuto alle Borracce MOO

Dai il benvenuto alle Borracce MOO personalizzabili.

May 9, 2022

Luxe: un’ispirazione regale

Tutto è iniziato con un invito: abbiamo chiesto al nostro CEO Richard Moross di raccontare il resto.

March 30, 2022