April 24, 2017

Come creare una cultura aziendale dinamica con la flessibilità

A chi non piace un lavoro flessibile? Promuove fiducia e coinvolgimento e, a lungo andare, la felicità. Ma come fare per mantenere l’identità del marchio con dipendenti sparsi in tutto il mondo? Segui questi 5 consigli!

Secondo Forrester ci sono 34 milioni di Americani che lavorano da casa: il lavoro “a distanza” funziona. Ma funziona bene?

Non c’è dubbio, i datori di lavoro hanno a portata di mano un gruppo di esperti più vasto e possono coinvolgere il loro tema in maniera più profonda se danno ai dipendenti libertà di movimento. Alcuni studi suggeriscono addirittura che questo metodo aumenta la produttività: secondo Hubspot il lavoro “a distanza” elimina le distrazioni dell’ufficio come colleghi rumorosi e riunioni improvvisate.

Con dipendenti sparsi in tutto il mondo c’è però il rischio che ciò di guadagnato in efficienza sia perso in spirito di squadra, che di solito è importantissimo per il successo.

Come imprenditore, come puoi equilibrare la flessibilità con una cultura aziendale positiva e dinamica?

1. Trova una causa comune a tutti

Secondo la Harvard Business Review, “Una cultura aziendale positiva parte da una visione o una dichiarazione che dà vita ai valori della società e le dà uno scopo.” Senza una missione i team possono perdere la concentrazione e dividersi.

Basterebbe chiedere al 70% dei dipendenti che, secondo Forbes, non conoscono la missione aziendale della società per cui lavorano; non c’è da meravigliarsi se in un sondaggio di Gallup dell’anno scorso l’87% dei lavoratori ha dichiarato di non sentirsi coinvolti sul posto di lavoro.

Per combattere questo trend e creare una cultura positiva, dai alla tua azienda un obiettivo più alto dei soldi. Potrà essere sociale, ambientale,umanistico o addirittura idealistico. Il marchio Life is Good si presenta con il motto “spargi il potere dell’ottimismo.” Twitter vuole “dare a tutti il potere di creare e condividere idee ed informazioni.”

I tuoi dipendenti “a distanza” sanno qual è il tuo obiettivo?

2. La comunicazione

Per i dipendenti, non c’è modo migliore di conoscersi della comunicazione vecchio stile, e sta ai direttori dare l’esempio.

“Tutti i CEO di successo fanno uno sforzo per conoscere il proprio team personalmente,” spiega Alexandra Levit, autrice di “Ispirazione sul lavoro”, e studiosa dei fattori che stanno dietro ad una cultura positiva. “Mostra interesse nella vita dei “componenti” (che possono essere dipendenti, partner e clienti), e cerca di condividere dei dettagli sulla tua. Se non ti metti su un piedistallo, avrai più successo.”

Comunica in modo frequente e onesto e incoraggia i dipendenti a conoscersi tra loro. Strumenti di chat come Slack possono aiutare a rendere le comunicazioni più facili e divertenti.

3. Organizza incontri quando e quanto puoi

Soltanto perché i tuoi dipendenti lavorano “a distanza” non significa che non potrete incontrarvi ogni tanto. Dare un viso ai nomi aiuta a fortificare i rapporti, che dureranno molto di più dell’incontro in sé.

Secondo Emil Skandul, fondatore dell’agenzia digitale Capitol Foundry con sede negli Stati Uniti e dipendenti in tutta Europa, “Conoscere i dipendenti di persona è essenziale. Come azienda, ogni anno scegliamo il paese di uno dei nostri dipendenti e andiamo a trovarlo tutti insieme. L’impatto sul team è inestimabile, vale molto più di tutti i biglietti aerei.”

Fai come Skandul e, se possibile, programma una riunione annuale, un summit o un semplice party per celebrare ciò che hai raggiunto con i tuoi dipendenti.

4. Mostra apprezzamento e riconoscimento

Come ha detto chiaramente Maya Angelou, “La gente si dimentica quello che hai detto, la gente si dimentica quello che hai fatto, ma la gente non si dimenticherá mai quello che le hai fatto provare.” Non si ha mai abbastanza riconoscimenti, anche nei momenti migliori, quindi mostrare ai tuoi dipendenti quanto apprezzi il loro lavoro farà in modo che loro apprezzino l’attività e rinforzerà le relazioni.

Per esperienza, sappiamo che il riconoscimento va dato con un tocco personale. Non stiamo pensando “orologi d’oro con il tuo logo”, ma a regali più spontanei: ricordati di dire grazie, pubblica post sui social media che parlano di loro, offri loro dei benefit aggiuntivi, crea un premio o un bonus che possa aiutarli a pagare per qualcosa di personale, come una vacanza o l’apparecchio per i denti dei loro figli.

5. Stampa il tuo marchio

Unifica il tuo business globale con qualcosa in più di un sito web: dai alla tua attività un tocco reale e fisico con carta intestata e biglietti da visita personalizzati: daranno ai tuoi dipendenti un punto di contatto fisico con il marchio e li faranno sentire che, indipendentemente da dove si trovano, fanno parte di un’attività di successo che è qualcosa di pù della somma di tutti i dipendenti.

Avere una cultura dinamica è sempre possibile! Sviluppa la comunicazione intorno ad un obiettivo comune e rinforzala attraverso il branding e il riconoscimento. Se seguirai questi consigli riuscirai a gestire il lavoro flessibile senza perdere i benefici di una cultura aziendale potente.

0

I commenti sono chiusi.

4 consigli chiave sulla coerenza del branding

Scopri di più sull’importanza di avere un brand chiaro e coerente e su come renderlo più efficace.

August 26, 2021

Come impostare i file con stampa a caldo

Scopri tutto quello che c’è da sapere sulle stampe a caldo e ottenere una brillantezza istantanea.

August 5, 2021

9 consigli per rinnovare il tuo brand con successo

Rinnova il tuo brand con i nostri consigli professionali.

August 2, 2021