November 28, 2018

6 modi per utilizzare le immagini stock nei tuoi progetti

Quando si parla di immagini stock non si intendono solo le foto di persone in abito formale che si stringono la mano. Ti spieghiamo come trovare dei gioielli in un archivio di immagini e come fare in modo che riflettano il tuo marchio.

Con un occhio allenato e un po’ di abilità per la ricerca, una buona immagine di archivio può rivelarsi utilissima per il tuo progetto di design, facendo risparmiare te e i tuoi clienti, se l’alternativa è utilizzare un fotografo.

Sia che ti avvali di un sito di immagini stock sia che utilizzi immagini selezionate dal cliente, ti presentiamo i nostri suggerimenti per scegliere immagini d’archivio naturali, professionali e originali, evitando alcuni problemi ricorrenti.

 

1. Tieni d’occhio la concorrenza

Mettiti nei panni del tuo cliente quando cerchi un’immagine da usare e analizzala per controllare che non vi figurino prodotti o tecnologie dei concorrenti. Controlla anche che non contenga i colori del brand o forme e design riconoscibili di prodotti della concorrenza, anche se i loghi sono sfocati. Sì, stiamo proprio pensando a un certo marchio iconico che rappresenta un frutto color argento…

2. Resta in zona

Le immagini stock provengono da tutto il mondo, il che spiega la loro quantità e varietà, ma quando cerchi una foto per un cliente, verifica che il contenuto dell’immagine rispetti le regole e le abitudini del territorio di destinazione.

La valuta, ad esempio, è un elemento da considerare: non daresti a un cliente negli USA un’immagine con delle persone sedute in un locale con i prezzi in euro. Anche il tempo è importante: non scegliere le foto di una California assolata se lavori per un cliente ubicato nella nevosa Stoccolma.

Infine, se nella foto si vedono veicoli o insegne stradali, controlla da che lato vanno le auto e se hanno la guida a destra o a sinistra. Nella maggior parte dei paesi, le auto vanno a destra e il conducente è a sinistra, tranne che in Australia, India, Regno Unito e pochi altri luoghi.

Consiglio rapido: a volte un’unica immagine si può ritagliare in vari modi per ricavare una serie di immagini con colori e temi complementari. Questa è un’ottima soluzione per mantenere la continuità all’interno di un piccolo progetto.

3. Attenzione al brand

Molte aziende hanno delle regole precise riguardo alla rappresentazione del loro brand nelle immagini. Probabilmente hai avuto l’opportunità di consultarle e avrai visto esempi tratti dai loro siti e dai materiali cartacei.

A volte, però, ci sono anche delle regole non scritte, basate sulle preferenze individuali o sulle priorità strategiche dell’azienda. Se è possibile, cerca di fare una chiacchierata con un designer o un responsabile del brand che lavora in azienda per capire meglio lo quale stile preferiscono.

Alcune immagini stock sono state elaborate e hanno un aspetto molto filtrato e stilizzato, quindi ti consigliamo di chiedere al cliente prima di selezionarle. Se da un lato queste immagini seguono le tendenze di oggi (ciao, Instagram!), potrebbero non essere adatte al marchio del cliente, e anche se lo sono probabilmente ci sono delle regole sul colore della temperatura, la vignettatura e la saturazione.

4. Metti da parte le immagini scontate

Non serve che ti diciamo che le immagini troppo costruite non sono accattivanti. In generale, è meglio evitare foto con persone che guardano direttamente verso la fotocamera o con un’espressione del viso non collegata a quello che stanno facendo. Ad esempio, le famigerate “donne che ridono da sole con l’insalata”.

Consigliamo di trattare con cautela anche i cliché simbolici, cioè le immagini che sono state inscenate per illustrare un concetto astratto. Ad esempio, i segnali d’incrocio per indicare il fare delle scelte, il porcellino salvadanaio per indicare il risparmio, o l’uomo d’affari con il megafono per rappresentare il tema della comunicazione in azienda.

5. Fatti aiutare dalle parole chiave

C’è una tecnica speciale per trovare le immagini che vuoi in un grande archivio, e i termini di ricerca che usi possono davvero fare la differenza tra ore di ricerca e un processo decisionale rapido. Con l’uso di parole chiave multiple è più semplice restringere rapidamente la ricerca, oppure si possono escludere certe parole chiave.

Infine, quando inizi le tue ricerche, sfrutta al massimo i filtri del sito che contiene le immagini d’archivio. Nei maggiori siti, i filtri sono incredibilmente dettagliati, e consentono di scegliere l’orientamento dell’immagine, il rapporto dimensioni, il paese di origine o il numero di persone rappresentate.

6. Usa tutti i sensi per trovare delle immagini accattivanti

I segnali sensoriali e la texture sono importanti nelle immagini stock, sia che tu stia creando il flyer per un evento, una grafica per le email, una pagina web o un Biglietto da visita. Una calda coperta, un vaso di fiori freschi o una fetta di torta sono sempre percepiti positivamente. D’altra parte, le foto scattate in interni datati o scadenti, o che contengono oggetti sgradevoli potrebbero far sembrare inadatta un’immagine altrimenti accettabile.

Rapido suggerimento: scegli sempre la risoluzione più alta che ti puoi permettere. In questo modo, potrai scegliere se ingrandire e ritagliare l’immagine in tanti modi diversi, evitando il temuto look pixellato.

Per altri consigli intelligenti di fotografia, consulta la nostra guida a come fare splendide foto di prodotti.

0

I commenti sono chiusi.

Gadget promozionali per coccolare i tuoi clienti

Scopri i segreti dei migliori gadget promozionali per diventare un mago del packaging.

October 7, 2021

Idee per cesti regalo aziendali per le festività natalizie

Cosa mettere in un cesto regalo aziendale? Segui la guida per alcune idee regalo uniche per le vacanze.

September 30, 2021

4 consigli chiave sulla coerenza del branding

Scopri di più sull’importanza di avere un brand chiaro e coerente e su come renderlo più efficace.

August 26, 2021