November 21, 2018

4 motivi per cui la tua start-up dovrebbe avvalersi di un consulente

I consulenti non sono utili solo per le grandi aziende, ma possono aiutare anche le piccole imprese, ad esempio, quando si tratta di creare una base di competenze oppure di acquisire un vantaggio concorrenziale.

1. Sostegno specialistico alla dirigenza

Anche se sei alla testa della tua start-up, probabilmente sei alle prime armi rispetto ad altri dirigenti del settore, e dato che il tuo team fa riferimento a te per le informazioni, avvalersi di un consulente ti consente di avere un sostegno di alta qualità, quando ne hai bisogno.

I consulenti con anni di esperienza hanno già incontrato questioni simili a quelle che ti trovi ad affrontare tu, sia che si tratti di problematiche relative alle risorse umane, dell’espansione in un nuovo mercato o di trattare con i fornitori.

Ingaggiare un tutor esterno è diverso dallo sviluppare un rapporto di tutoraggio in modo organico, poiché il consulente è presente per un periodo limitato e non fa parte del team. Ma non si sa mai, con la persona giusta potrebbe anche crearsi un rapporto di collaborazione di quel tipo. In ogni caso, lavorare con un consulente è una grande opportunità di confrontarsi con qualcuno che conosce bene il settore che la tua piccola impresa sta esplorando.

2. Sviluppo di competenze specializzate

Ingaggia un esperto per insegnare al tuo personale come fare bene un’attività specifica: ad esempio, la gestione del tempo, i social media o l’intreccio dei cesti. Il punto è che, invitando un esperto, puoi accelerare l’apprendimento da parte dei tuoi collaboratori fino a farli diventare dei guru, anche se la tua attività è relativamente giovane.

Portando in azienda un consulente, potrai avvalerti di anni di esperienza senza dover pagare una retribuzione alta che potrebbe non rientrare nel budget. Inoltre, è una soluzione flessibile, in quanto puoi selezionare la competenza specifica che vuoi trasmettere al tuo team e poi, una volta raggiunto l’obiettivo, passare ad altro.

3. Un’altra prospettiva

Uno dei principali vantaggi dell’ingaggiare un consulente è il fatto che una persona esterna può analizzare i processi e le sfide del tuo business da un punto di vista oggettivo. Grazie alla sua esperienza e alla posizione esterna, infatti, il consulente è in grado di notare cose che a te potrebbero sfuggire, quando sei nel bel mezzo dell’azione.

Se usi i servizi di un consulente in questo modo, ti consigliamo di definire l’obiettivo da raggiungere, possibilmente in termini concreti di ROI. Rivolgendoti al consulente con obiettivi o sfide specifiche, infatti, vi consentirà di mettere a punto un piano insieme e concordare su dei risultati specifici. Ad esempio, un incremento delle vendite, un aumento della consapevolezza del marchio o processi logistici più efficienti in termini dei costi.

4. Audit e benchmark

A un nuovo punto di vista si accompagna anche una maggiore consapevolezza del mondo esterno all’azienda. Un consulente può aiutarti a valutare le prestazioni della tua azienda rispetto agli standard del settore e darti suggerimenti utili per diventare più concorrenziale e approfittare delle lacune nel mercato.

Ciò può avvenire tramite un periodo di osservazione seguito da una relazione con raccomandazioni, o con una collaborazione in cui il consulente ti aiuta a introdurre dei cambiamenti attraverso il loro lavoro quotidiano.

5. La scelta del consulente

Ok, i consulenti sono utili, ma come si fa a trovare quello giusto?

Quando si tratta di valutare i potenziali consulenti, è fondamentale prenderne in considerazione l’esperienza, la reputazione e le competenze. Grasshopper.com ha dei suggerimenti utili sugli aspetti pratici da considerare quando si passano al vaglio i candidati.

Ti consigliamo anche di considerare i tratti caratteriali che sono importanti per te e se la persona in questione si integra bene nella cultura della tua azienda. Prima di iniziare la ricerca, scopri la nostra opinione sulle caratteristiche di un bravo consulente.

Scopri altri consigli per le start-up nella nostra guida al branding per start-up

0

I commenti sono chiusi.

Come (e quando) scrivere delle Notecard

Prova questi suggerimenti per rendere le tue prossime Notecard ancora più memorabili.

February 3, 2022

5 buoni propositi per lavorare in modo smart nel 2022

Perché lavorare di più quando puoi lavorare in modo più intelligente?

December 23, 2021

Racconta la tua storia con un personal branding d’effetto

Ecco cinque consigli per creare il tuo personal branding.

November 26, 2021