September 20, 2021

Come Monotype ha rivoluzionato la tipografia nell’era digitale

Monotype è da oltre un secolo un nome importante nel mondo dell’editoria e del design dei caratteri di stampa. Nel tempo è divenuta un’azienda che fornisce strumenti, tecnologie ed esperienza nel design per contribuire a creare marchi autentici e d’impatto.

Abbiamo parlato con James Fooks-Bale, Direttore Creativo Senior di Monotype, di come si possa comunicare la storia di un’azienda attraverso il marchio e la tipografia.

James Fooks Bale

Dal tradizionale al digitale

Il ricco patrimonio di Monotype è merito della capacità dell’azienda di essere sempre un passo avanti agli altri. “Monotype è nota per la sua capacità di reinventarsi costantemente”, spiega Fooks-Bale. “Per mantenere la nostra posizione, dobbiamo stare al passo con le tendenze del design, i metodi di comunicazione e la tecnologia, in modo da dare ai marchi ciò di cui hanno bisogno prima ancora che se ne rendano conto”.

Le attuali tecnologie dell’azienda riflettono questa filosofia, con un’offerta che include oltre 2.500 famiglie di font, la creazione di font personalizzati e piattaforme che permettono ai marchi di presentare contenuti di marketing visivi. Nel 2016, Monotype ha acquisito Olapic, una piattaforma che consente alle aziende di curare e attivare contenuti dei consumatori, richiederli agli influencer o crearli direttamente. “Questo permette ai marchi di accedere a contenuti che troveranno il favore dei consumatori e di promuovere i propri prodotti in modi più significativi e autentici”, dichiara Fooks-Bale.

Grazie a questa varietà di prodotti, Monotype tiene fede al suo obiettivo di aiutare i clienti a creare esperienze più autentiche con il loro pubblico sotto ogni punto di contatto.

Monotype office

L’elemento chiave del brand

Perché da Monotype prestate così tanta attenzione ai font e al design? “Il carattere è un utile strumento per enfatizzare il marchio”, sostiene Fooks-Bale. “In tanti casi, è più potente degli altri elementi del marchio, come l’illustrazione o il colore, perché spesso è presente anche in altri punti di contatto del marchio”.

Fooks-Bale fa l’esempio di una compagnia aerea. Dai biglietti al fondo delle tazzine da caffè, sono molti i posti in cui si può apporre il logo della compagnia. Per dirla con le parole di Fooks-Bale, “Uno dei pochi ingredienti che è possibile mantenere in ogni situazione è il font.”

“Gli atti visivi e verbali concorrono tutti a creare un marchio autentico e di successo”, spiega Fooks-Bale. “Ma se non sono collegati, non sono efficaci”. Monotype offre ai marchi gli ingredienti per raccontare la propria storia in un modo coerente sotto tutti i punti di contatto. Ciò è essenziale per consentire alle aziende di sviluppare un’identità che esprima in maniera appropriata cosa c’è al centro del loro marchio.

Monotype office detail

Raccontare storie attraverso i caratteri

I font sono essenziali per comunicare la storia di un marchio, ma Monotype riconosce che ogni font ha una storia a sé; proprio per questo ha creato una serie chiamata Font Stories. Queste storie mettono in risalto alcuni dei suoi design più recenti, suscitando l’interesse dei lettori verso la loro origine. “C’è una storia dietro ogni font, può riguardare il modo in cui ci si è approcciati al design o lo scopo per cui è stato creato”, afferma Fooks-Bale.

Puntando i riflettori sugli ultimi arrivati nella famiglia Monotype, Fooks-Bale spera che il pubblico possa dare una possibilità ai font emergenti. “La nostra offerta è vastissima, il che può sembrare una cosa fantastica”, afferma. “Eppure, se non associamo un racconto ad alcuni font, corriamo il rischio di perdere delle vere gemme”. Attraverso le Font Stories, Monotype getta i semi per aiutare i marchi a valutare il modo in cui alcuni font possono comunicare l’identità di un brand.

Monotype window in office

Vivere il marchio Monotype

Monotype ha uffici in tutto il mondo, ma è dura essere “un Monotype”. “Vogliamo che i nostri dipendenti vivano e respirino il marchio”, spiega Fooks-Bale. “Il branding non è solo un reparto, ma qualcosa di intrinseco in ognuno di noi”.

Per dare una certa coerenza al marchio, Monotype ha disegnato i suoi Biglietti da Visita in modo tale che rispecchiassero il suo patrimonio tipografico. I biglietti hanno dei frammenti di font Monotype sul retro, il che permette al marchio di mettere in evidenza la sua gamma di design di caratteri. I caratteri sul retro dei biglietti sono aggiornati di frequente, non appena ne vengono presentati di nuovi.

Monotype workspace

“Per i nostri biglietti utilizziamo il cartoncino Luxe, prodotto da Mohawk, per dar loro più consistenza”, precisa Fooks-Bale. “Distribuire questi biglietti di qualità premium con questa particolare sensazione al tatto fa davvero un’ottima impressione sui clienti con cui lavoriamo di solito”.

Monotype business cards

Il design è facilmente modificabile e i dipendenti Monotype possono accedervi dal proprio ufficio in qualsiasi parte del mondo attraverso la piattaforma MOO Business Services. “Avevamo bisogno di qualcosa che fosse facile e veloce da produrre”, afferma Fooks-Bale. “Il fatto di avere qualcosa che si potesse ordinare da tutti i nostri uffici nel mondo è stato davvero utile”.

Originally published on Mar 05, 2019

0

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Please keep comments on-topic and be nice to people. We don't like moderating, but inflammatory, or otherwise inappropriate comments will be deleted. Repeat offenders sent to the MOO dungeons.

NAIL: l’agenzia che “non ama la pubblicità”

NAIL ha spiegato a MOO come realizza le sue campagne virali.

July 27, 2021

Riflessi di me: Soofiya e l’autorappresentazione

L’artista ed educatrice Soofiya esplora i temi del genere e dell’identità.

July 1, 2021

“Perché essere come tutti gli altri?”: Kate Moross ci parla dell’originalità nel design

Dalla grafica all’illustrazione, Kate Moross rende ogni suo progetto colorato e originale.

June 16, 2021