May 22, 2020

Come costruire una comunità online

Dai gruppi di Facebook ai follower di Instagram e ai tradizionali forum e message board, scoprite come creare e far crescere la vostra comunità online.

Al giorno d’oggi, grazie ai miracoli dell’e-commerce e dei social media, c’è una forte sovrapposizione tra comunità e clientela. Le persone che acquistano i prodotti, lasciano recensioni e vi consigliano ad altri costituiscono un’unica grande comunità che utilizza tanti canali diversi. E queste persone non sono solo intelligenti e dotate di ottimo gusto (naturalmente) ma possono anche diventare preziosi ambasciatori del vostro brand.

Con un pizzico di pianificazione e creatività, anche l’impresa più piccola può crearsi una comunità online attiva e coinvolta. Ecco i 5 passaggi da seguire per far crescere la propria comunità online.

1.  Fissare obiettivi realistici

Una comunità vivace e dinamica non ci crea dall’oggi al domani. Dovete considerare la vostra comunità un progetto a lungo termine e fissare degli obiettivi lungo il percorso. Ogni volta che rispondete a un commento o postate un’immagine, aggiungete un altro mattone alla sede del vostro circolo virtuale. Naturalmente, non potete dedicare tutto il vostro tempo a quest’attività, per cui vi consigliamo di lavorarci spesso e per breve tempo, accedendo alla comunità tutti i giorni e passando 5-10 minuti a rispondere a commenti o quesiti.

2. Creare spazi per la comunità

Per operare in maniera sostenibile è importante creare la propria comunità online su una piattaforma che sia adatta al proprio stile e al proprio modo di fare business. Facebook, ad esempio, è l’ideale per trovare nuovi utenti e raggiungere tantissime persone grazie all’elevato numero di iscritti e alla facilità di condivisione dei post, mentre Instagram è perfetto per i marchi artistici o di lusso. E Twitter è utilissimo se intendete coinvolgere le persone utilizzando arguzia, intuito e conoscenze.

Assicuratevi di inserire in tutti i vostri spazi comuni un link ben visibile o una sezione “Chi siamo” che porti al vostro sito, negozio online o altro canale social principale. In questo modo, i clienti possono fare acquisti facilmente, scegliendo tra diversi canali.

3. Essere riconoscibili

Se utilizzate diverse piattaforme, ad esempio, Twitter, Behance e Facebook, pensate a come mantenere un’immagine coerente. Avrete un canale principale che posta automaticamente gli stessi contenuti negli altri canali o account multipli interconnessi?

Qualunque sito o app utilizziate, scegliete un nome di account che si abbini al vostro brand o al nome del vostro negozio, e coordinate anche gli aspetti visivi, personalizzandoli il più possibile con i vostri colori ed elementi grafici distintivi. Vi consigliamo anche di coordinare il design dei vostri Biglietti da visita e degli altri strumenti di marketing offline come Cartoline o Adesivi.

4. Raccogliere informazioni

Le grandi multinazionali investono cifre molto elevate per fare ricerche sulle preferenze dei clienti. Le piccole imprese, invece, possono usare gli strumenti che già hanno, cioè occhi e orecchie, per scoprire cosa pensano dei loro prodotti i clienti. Questo è uno dei vantaggi di gestire un business di dimensioni ridotte!

I vostri clienti sanno cosa vogliono e cosa gli piace, quindi perché non chiedere a loro cosa pensano dei vostri prodotti e se hanno qualche proposta di miglioramento? Dopo tutto, sono loro che utilizzano i vostri prodotti e servizi, quindi le loro opinioni e i loro consigli sono preziosi. E quando ricevete il feedback dei clienti, assicuratevi di rispondere.

Naturalmente, non è detto che una piccola azienda non possa usare anche i dati. La maggior parte delle piattaforme di web publishing e social media ha tool incorporati per l’analisi dei dati che consentono di consultare dati utili come il numero delle visite e l’elenco delle pagine più visitate. A seconda del tipo di account, in alcuni casi è anche possibile effettuare analisi dei dati più approfondite per capire come le persone si interfacciano con il vostro brand.

5. Essere membri attivi della propria comunità

Se qualcuno fa una domanda su Instagram o Twitter, rispondete il prima possibile. Voi siete al centro della vostra comunità, quindi siate disponibili e partecipate attivamente, quando potete.

E non limitatevi ad aspettare che arrivino le domande. Un commento amichevole o un ringraziamento rivolto ai vostri clienti saranno sempre molto apprezzati. Lo stesso vale per gli aggiornamenti su quello che accade dietro le quinte e i consigli personali su come sfruttare al meglio i vostri prodotti.

Volete costruire una comunità offline? I Flyer sono ideali per instaurare connessioni immediate.

0

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Please keep comments on-topic and be nice to people. We don't like moderating, but inflammatory, or otherwise inappropriate comments will be deleted. Repeat offenders sent to the MOO dungeons.

Trasforma i tuoi pacchetti: da funzionali a fantastici

Con un po’ di organizzazione e qualche extra puoi mandare pacchetti che faranno sentire i tuoi...
May 21, 2020

5 buone abitudini da seguire se lavori da casa

Lavorare da casa significa gestire in piena autonomia il proprio ambiente di lavoro. Perché non...
May 3, 2020

Come creare una business experience

Per avere successo, oggi è importante creare una “business experience” positiva per...
March 18, 2020